Graphic Novel, con Repubblica e L'Espresso

Una veloce puntata in edicola la scorsa domenica mattina (e pensare che sino allo scorso anno passavo in edicola almeno una volta al giorno) mi ha fatto scoprire la nuova iniziativa editoriale del gruppo l’Espresso/Repubblica dedicata al fumetto.

Dopo due anni di fumetto popolare da tutto il mondo, dopo la bellissima (ed in corso di lettura) Enciclopedia delle Strisce a Fumetti è giunta l’ora di una serie più matura.

Sto parlando di Graphic Novel.

Graphic Novel

Continua a leggere

5 è il numero perfetto

Peppino Lo Cicero - image courtesy of Igort ®

Ancora un post su un fumetto che ho letto e mi ha colpito per la sua particolarità.

Ancora un fumetto tratto dalla collana Graphic Novel che in cinque dei dieci numero di cui è composta si è rivelata essere un ottimo investimento, culturale ed emozionale oltre che intellettuale.

Sul fumetto “5 è il numero perfetto” si può trovare on-line di tutto e di più in termini di analisi della sua genesi, interviste con l’autore, della sua trasversalità culturale che l’ha fatto apprezzare in tutte le nazioni in cui è stato pubblicato, nel suo essere un noir. Italiano. Bello. Avulso dai cliché americani, o pulp. Mi limito quindi ad evidenziarti il sito dell’autore, Igort, il suo blog, la pagina dove acquistare l’edizione in mio possesso, oppure quella dove acquistare l’edizione “ufficiale”.

Ed ora passiamo a qualche riflessione ed emozione.

Innanzitutto la durata spropositata di “gestazione” dell’opera. È possibile o anche solo ammissibile che un Autore impieghi anni della sua vita per completare un centinaio di pagine di un racconto? Il risultato finale (di Igort in questo caso, ma subito alla mente mi sovviene il ricordo del Tex di Magnus letto anni fa e disperso nei miei due armadi di fumetti in garage) tenderebbe a dire di si, ma io mi chiedo come l’Autore riesca a campare per tutti questi anni … sia dal punto di vista meramente economico che dal punto di vista “intellettuale”, focalizzandosi su dettagli pazzescamente precisi o sottointesi, che si nascondono poi nelle pieghe del detto e del non detto, del disegnato e del non disegnato, del colorato e del non colorato.

E, in questo fumetto, nel magico, misterioso ed inusuale equilibrio tra blu, nero e giallastro della carta utilizzata in questa edizione.

Dopo la tinta seppia utilizzata in alcune edizioni di Nausicaa nella valle del vento o l’uso violento del bianco nelle nere tavole del SinCity di Frank Miller, devo dire che questo “blu notte” – per usare una frase ormai famosa ai più nell’ambito del noir Italiano – regala una particolarissima e personalissima atmosfera al fumetto, prestandosi a seconda delle scene ad essere un cupo sfondo dei vicoli di Napoli di notte oppure il terso mattino di una spiaggia sud americana.

Un altro elemento che mi ha molto colpito è stato l’uso dell’iconografia pubblicitaria tipicamente Italiana, dal gusto retrò (solo dopo la lettura ho appreso che l’anno in cui la storia è ambientata è il 1972) che riesce a dare alla storia un preciso contesto geografico e culturale.

Ed infine l’altro tocco da maestro narratore, a mio avviso, è l’uso del dialetto e dei dialoghi tra i protagonisti … sin dalle prime battute ci si immerge così nel mito di Napoli, in una maniera forte, completa, assoluta e unica come una nera tazza di caffè bollente.

Sul tratto – magistrale – di Igort non mi sento, o riesco, di dir nulla … tutto è efficace alla narrazione, avviene e si spiega in sua funzione, e qui viene fuori tutto lo sforzo intellettuale ed umano dell’Autore che lo ha tenuto occupato nell’impresa di questa creazione per tutti quegli anni.

Insomma, un altro pezzo di cultura da avere in biblioteca … perchè ne hai una a casa, vero ?

BLANKETS di Craig Thompson

Ieri parlavo di ritardo cronico, ed infatti eccomi a parlare di un fumetto acquistato nel novembre 2006 e finito di leggere proprio ieri sera (anzi mezz’ora fa visto che il post lo sto scrivendo di domenica sera 😀 ).

Sto parlando della seconda uscita della collana Graphic Novel, iniziativa editoriale del gruppo Repubblica/L’Espresso e cioè Blankets dell’americano Craig Thompson (sito personalepagina wikipedia).

Pubblicato in Italia dai ragazzi della Coconino press sin dal 2004 ecco un piccolo estratto della descrizione:

Ambientato nello scenario di un austero inverno nel Wisconsin, “Blankets” è un raro esericizio nel genere del fumetto autobiografico che possiede la sostanza e la chiarezza di articolare la struttura narrativa con una delicata commozione, ed esplora la rivalità dei fratelli Craig e Phil, cresciuti in una isolato paese, e il primo, romantico innamoramento di Craig con Raina. In un settore rumoroso, sdolcinato e mediocre, “Blankets” è un’esperienza di viaggio attraverso l’adolescenza di Craig Thompson, segnata da uno zelo religioso e da alienazione, ma anche con un senso di speranza che separa Thompson da suoi contemporanei.

Blankets - Craig Thompson Dopo aver letto la storia, ma anche semplicemente prendendosi qualche attimo di tempo per valutare la semplicità del tratto che racchiude un mondo di emozioni e stati d’animo possiamo senz’altro condividere l’affermazione che attesta come “in un settore rumoroso, sdolcinato e mediocre” “Blankets è una esperienza, un modo per rivevere momenti della propria vita, riassaporare il passato, riflettere su come e cosa sentiamo oggi in questo momento.

Si coglie una forza comunicativa ed emozionale tipica delle grandi opere, quei guizzi di genio e creatività dell’autore che permettono di far cogliere al lettore le emozioni, la verità di un racconto, per quanto fantasioso o immaginario esso sia.

E a me, chi sa raccontare in questo modo, piace da matti e non posso fare a meno di consigliare all’infinito la lettura e la rilettura di un fumetto così, riassaporando parole, silenzi, i bianchi, i neri e le pose dei personaggi rappresentati.

lista fumetti gennaio 2007

Eccomi qui con la “lista della spesa” dallo spacciatore di fumetti per il mese di gennaio 2007 (si, lo so, sono in ritardo). Sotto la lista i miei commenti in breve.

Manga Legend #75: Kiomaru #4
L’ Immortale #19
D&H #125
Thor #94
Sette Soldati della Vittoria 1/7: zatanna
Revelations TPB
JLA Elite #2/6
Batman, giochi di guerra – atto 1
Superman/Batman #1
Ratman #58
Strangers in Paradise TPB #13, 14, 15, 16, 17, 18, 19, 20
******
David Boring e altre storie (daniel clowes)
Fuochi e altre storie (lorenzo mattotti)
******
Dark Side #7: Blade
Dark Side #21: Wanted

Continua a leggere