HackPorts: un framework ed altri strumenti per il penetration testing per Mac OS X

Su una mailing list di sicurezza è recentemente passata la segnalazione di un tool per il penetration test ed un’insieme di altre funzionalità, nativo per il nostro sistema operativo d’elezione. Lo strumento si chiama HackPorts ed ha una propria pagina ufficiale.

Il sito KitPloit, invece, gli ha dedicato una breve recensione, assieme ad un’elencazione delle funzionalità presenti.

La frammentazione di OS X

Mavericks uptake slows

Pare che OS X 10.9 “Mavericks” non stia penetrando il mercato così come il management Apple, che l’ha reso disponibilie gratuitamente a tutti, desiderava. La curva di adozione cresce, ma non in maniera vertiginosa come durante il primo mese… e Snow Leopard è ancora usato (direi con soddisfazione) da 1 utente su 5, rimanendo saldo al suo posto.

Mi sa che a Cupertino c’è da riflettere sulle implicazioni di tutto ciò…

[via InfoWorld: OS X Mavericks adoption steps on the brakes]

Xmarks per Safari, rilasciato per OS X 10.9 “Mavericks”

Nelle scorse ore una delle – poche – funzionalità perse con l’aggiornamento ad OS X 10.9 “Mavericks” è stata ripristinata. Xmarks, infatti, ha finalmente posto termine alla lunga coda di richieste per l’aggiornamento del loro popolare plugin per Safari che consente la sincronizzazione di tutti i segnalibri su tutti i browser in uso (su ogni piattaforma… Mac, Windows, o Linux).

xmarks_2.0.0Xmarks, infatti, si poggiava alle librerie alla base del defunto iSync che, già da OS X 10.7 “Lion”, era stato deprecato e come singola applicazione rimossa. Con 10.9 si è arrivati alla rimozione completa di tutte le librerie relative all’applicazione. Questo ha comportato la perdita di funzionalità per parecchie applicazioni i cui sviluppatori si sono attardati nel rilascio di versioni compatibili con il nuovo sistema operativo.

Nell’ultimo paio di giorni sono trapelate una serie di build intermedie dell’applicazione (1.5.3, 1.5.8 ed 1.5.9) fino al rilascio ufficiale della 2.0.0 meno di dodici ore fa. Se sei quindi un utilizzatore di quest’applicazione su Firefox, Chrome, Opera puoi finalmente tornare ora ad usarlo anche per Safari, ti basta portare il browser sul sito di Xmarks e scaricare il plugin.

Giusto come nota informativa ti avverto che durante l’installazione ti verrà chiesto di autorizzare il programma installd a modificare il tuo sistema (troverai poi l’impostazione in Preferenze di Sistema > Sicurezza e Privacy > Accessibilità)

TimeMachineEditor

In questi giorni di latitanza dal mondo dei blog mi stavo guardando la lista di appunti che prendo su argomenti di cui potrei parlare in questo o quel sito… Mi ha colpito il fatto di non aver mai speso pubblicamente due parole di elogio per il lavoro degli sviluppatori francesi della TimeSoft ed il loro prodotto freeware TimeMachineEditor

TimeMachineEditor è un software che ci permette di cambiare il comportamento di default di Time Machine – il software automagico di back-up che Apple ha reso disponibile anni fa su OS X – per cui ad intervallo orario viene eseguito un back-up differenziale del contenuto del nostro computer. Chi per lavoro si trova a movimentare grosse quantità di dati potrebbe trovarsi nell’incresciosa situazione per cui il sistema è sempre alle prese con una rincorsa alle modifiche da parte di Time Machine.

Per venire incontro a questa esigenza TimeMachineEditor permette di modificare gli intervalli prestabiliti con cui viene avviato Time Machine, secondo delle regole a noi più congeniali. Come si vede dallo screenshot dell’applicazione qui sopra si possono stabilire le più disparate regole, andando a coprire le esigenze di backup quotidiane, settimanali e mensili…

Avendo cura di eseguire un back-up completo con Time Machine “pulito”, dovremo poi disabilitarlo dal suo pannello in Preferenze di Sistema. Installiamo e avviamo TimeMachineEditor, che andremo ad impostare come desideriamo, in basso a sinistra nella finestra impostiamo su ON il suo interruttore e quindi chiudiamo l’applicazione. Questa ora funzionerà senza il nostro intervento e dovremo lanciare l’applicazione solo se vogliamo disabilitarla o modificare gli intervalli di back-up scelti…

Credo sia tutto, alla prossima!

Blueprint – gestione integrata dei tuoi progetti e attività

Grazie all’ennesima segnalazione di App Shopper oggi ho appreso dell’esistenza – e della disponibilità gratuita sino al 10 novembre – di Blueprint, un software di Sproutedapps per una gestione di progetti ed attività completamente integrata con gli strumenti di OS X, quali i Contatti, il Calendario ed il Promemoria.

Dando un’occhiata alle schermate – corredate da ricche descrizioni e note dall’autore – si riesce a capire il senso generale dell’applicazione che prontamente ho scaricato dall’App Store e cui mi sto dedicando impostando al suo interno un paio di “progetti” che ho in corso d’opera qui al lavoro.

Se l’applicazione ti incuriosisce e ti va di scaricarla fallo cliccando sul link sponsorizzato di Tevac qui sotto, grazie !

Onyx per OS X 10.9 “Mavericks”

Rilasciato Onyx 2.8.0 per OS X 10.9 “Mavericks” →

OnyX is a multifunction utility for OS X which allows you to verify the startup disk and the structure of its system files, to run miscellaneous tasks of system maintenance, to configure some hidden parameters of the Finder, Dock, QuickTime, Safari, Mail, iTunes, login window, Spotlight, and many of Apple’s applications, to delete caches, to remove a certain number of files and folders that may become cumbersome, and more.

update: ecco un paio di screenshot

Onyx 2.8.0 – 01

Onyx 2.8.0 – 05

correggere la prospettiva nelle fotografie con DxO Perspective

Tra i servizi on-line similari e più o meno conosciuti nell’ambito della catalogazione e segnalazione di software, da un paio di anni la mia preferenza è caduta su App Shopper e sulla sua app per iOS (non aggiornata da parecchio – e forse rimossa dallo Store – ma ancora perfettamente funzionante).

Ebbene, a farla breve stamattina mi è arrivata la segnalazione della disponibilità di DxO Perspective in forma gratuita sino al 3 novembre (e poi in vendita al prezzo di 19,99$). Realizzata da DxO Labs l’applicazione richiede un processore 64bit capable e disponibile per OS X 10.7.5 o versioni più recenti…

Con DxO Perspective, potrai correggere ogni problema di prospettiva presente nelle tue fotografie in pochi click. Hai un palazzo obliquo? Una linea d’orizzonte non orizzontale? Ti basterà cliccare sui punti “cardinali” e il software automaticamente correggerà il difetto, con una trasformazione con meno artefatti possibili.

 

È la soluzione perfetta per:
• fotografia di architettura e in strada;
• foto d’interni
• foto panoramiche
• riproduzioni di poster e dipinti.

Compatibilità:
• apre e salva file JPEG and 8- e 16-bit, immagini TIFF
• disponibile in Inglese, Francese, Tedesco e Giapponese.

Se l’applicazione ti interessa puoi scaricarla dal Mac App Store cliccando sul seguente link sponsorizzato di Tevac:

Slicereader, o del leggere con lentezza

intro-window-with-icon-and-readinglistTra le letture del lunedì mattina prima di colazione ho scoperto oggi questo Slicereader, un software creato per la lettura di lunghi testi, in modo da poter dare ad essa la massima attenzione senza che elementi esterni contribuiscano alla sua interruzione E a tener traccia del punto in cui si è arrivati a leggere.

Slicereader con le sue funzionalità torna utile in particolar modo per la lettura -e magari rilettura per revisione- di lunghi testi quali tesi, tesine, trattati o “manuali” di varia natura.

L’applicazione, a livello beta al momento in cui scrivo, è comunque in grado di eseguire egregiamente il suo lavoro tanto da essersi guadagnata le lodi di alcune delle personalità di spicco del mondo Apple e non. Sia per la qualità dell’applicazione in se, sia per la decisa impronta grafica data dal suo autore all’aspetto della stessa ed alla resa a video dei testi che in essa vengono aggregati e poi visualizzati.

Particolarmente utile ho trovato la recensione che dell’applicazione è stata fatta da AppStorm per Mac. Nello specifico nei paragrafi dedicati a come aggiungere in maniera automatica i testi dalle applicazioni più disparate a Slicereader.

fotoritocco facile con Analog (per Mac OS) in promo al 50%

Inauguro la mia presenza su questi lidi, affiancando lo staff nella gestione di questo spazio, cogliendo l’occasione di parlarti di Analog.

Analog è uno dei tanti, bellissimi, software scritti per Mac OS X dalla rinomata software house Realmac. Tra le prime applicazioni ad apparire solo sull’AppStore da oggi – e per un breve periodo – è offerta con il 50% di sconto per un totale di ben 4,49€. Lo scarichi da qui (link sponsorizzato by Tevac).

Per il fotografo professionista, con una buona dimestichezza con Photoshop (o Pixelmator, Acorn o un’altra delle tante alternative) il software probabilmente non offrirà grandi attrattive. Ma per l’amatore o il dilettante – come il sottoscritto – Analog è prezioso per dare quel sapore analogico alle foto oggi scattate  con fotocamere (magari compatte), il tutto con una rapidità d’azione impressionante.

Ti lascio quindi con un piccolo video promozionale, realizzato dagli sviluppatori, che credo renda il mood complessivo del perché l’applicazione è stata realizzata. Buova visione (e buon download!)


the Processed with Analog group icon P.S. = quasi dimenticavo, su Flickr esiste un apposito gruppo dove son pubblicate le foto dei suoi utilizzatori, si chiama Processed with Analog