fedora-it e suse-it, le mailing list Italiane

E finalmente ci siamo !!!!

Cari amici, e’ con estremo piacere che l’ Associazione ILDN [1] annuncia la creazione di due nuove mailing list per gli utenti Italiani delle distribuzioni GNU/Linux Fedora [2] e SUSE [3].

L’iniziativa nasce dalla constatazione che, di fatto, per queste due grandi e diffuse distribuzioni sino ad ora non era MAI stata promossa una iniziativa di tal senso.

Come sapere qui ad ILDN mettiamo l’utente al centro delle varie iniziative proposte e abbiamo deciso di colmare questo vuoto.

Vi invitiamo quindi ad iscrivervi quanto prima e a partecipare ricordando che:

– la lista cresce sugli interventi degli utenti;
– si accettano solo email in plain text;
– non sono ammessi allegati;
– esiste la mailing list opensuse-it presso i server del progetto openSUSE per la gestione del wiki ufficiale Italiano e per le iniziative “ufficiali” collegate allo stesso;

Vi aspettiamo!
Lo staff di ILDN

– Riferimenti:
[1] http://associazione.ildn.net/
[2] http://www.ildn.net/cgi-bin/mailman/listinfo/fedora-it-lists.ildn.net
[3] http://www.ildn.net/cgi-bin/mailman/listinfo/suse-it-lists.ildn.net

Come si puo’ vedere sono direttamente coinvolto nella creazione e gestione di queste due mailing list, che vogliono assumersi il compito di colmare la curiosa – a mio avviso – assenza di analoghe liste ospitate dai progetti ufficiali delle distribuzioni in questione.

Le altre distribuzioni coperte dai vari portali (mandriva, gentoo, debian, slackware) infatti sono tutte abbastanza radicate qui in Italia e ognuna di esse ha una o piu’ mailing list per gli utenti Italiani. SUSE, invece, possiede solo una mailing list di annunci commerciali e – da poco – una lista per coordinare i lavori della traduzione del wiki in lingua Italiana. Fedora dal canto suo possiede solo la lista per i traduttori Italiani del progetto e nulla piu’ … molto strano per una distribuzione che deriva da quella che storicamente e’ la distribuzione piu’ diffusa al mondo.

Vi invito quindi a partecipare, se la tematica vi interessa, alle liste e a pubblicizzarle presso le persone che sapete possano essere interessate (il vostro LUG, forum particolari). Siamo molto interessati al vostro feedback :-)

SUSE 10.1, la fine del tunnel

suse Pare finalmente che ci siamo, ancora pochi giorni e potremo darci al download assatanato della nuova SUSE 10.1 (si e’ fatta aspettare, 9 beta e 3 o 4 release candidate), ne ha dato il lieto annuncio – come sempre – Andreas:

We mastered wednesday RC4, fixed bugs and then mastered RC5 and declared that last night as goldmaster (= final version). We only did a limited set of media for now and will do the final sets, all the delta ISOs (both from RC1 and RC3), and a proper frozen ftp tree on monday and distribute it to the mirrors so that we can announce and release this version next thursday (12th of May).

Thanks a lot for all your testing, bug reporting, comments and encouragement through this especially long beta and release phase of SUSE Linux 10.1. I’ve heard early quite some critizisms but also in the end a lot of people saying that 10.1 is now a great release – and I would like to thank you for your part in making it great!

This is intented as a quick FYI – I’ll make a proper announcement NEXT WEEK with the RELEASE announcement,

Andreas

openSUSE in Italia

SUSE Non so se a seguito di un paio di miei interventi sulla mailing list ufficiale del progetto openSUSE, o per altri motivi, fatto sta che oggi (ho accumulato 1200 mail arretrate in poco meno di 10 giorni) ho scoperto dell’esistenza di una lista Italiana dedicata ad esso.

La pagina contenente la lieta novella e':
http://en.opensuse.org/Communicate#Mailing_Lists

Mi preme sottolineare che:

The following mailing lists pertain to the openSUSE project, its roadmap, and issues related to the community.

ovvero:
Le seguenti mailing list riguardano il progetto openSUSE, la sua “tabella di marcia” e i problemi collegati alla sua comunità .

Quindi saranno da ritenersi In Topic gli argomenti inerenti queste tematiche, mentre le discussioni tipo “help desk” sono OT.

Ricordo che l’elenco completo delle liste UFFICIALI made in SUSE sono visibili a questo indirizzo: http://www.suse.com/en/private/support/online_help/mailinglists/

Per una lista di supporto, in lingua Italiana, a questa distribuzione stiamo pensando di creala all’inteno dei progetti dell’ associazione ILDN, visto che negli anni non si e’ raggiunto un core tale da motivarne la creazione sui server ufficiali.

SUSE 10.0 al grande pubblico.

suse Leggo in questo momento che nel numero di PC Professionale di aprile 2006, che probabilmente potremo gia’ trovare domattina in edicola, ci sara’ in allegato l’ ultima release stabile della “mia” distribuzione.

Il comunicato recita (in maniera eccessivamente trionfalistica, a mio avviso) quanto segue:

Novell annuncia che PC Professionale, la prestigiosa pubblicazione edita da Mondadori, ha deciso di distribuire gratuitamente a tutti i i suoi lettori il dvd con la soluzione SUSE Linux 10.0.

Il numero di Aprile, in edicola già dagli ultimi giorni di Marzo, includerà una delle distribuzioni Linux di maggior successo, che è stata appositamente studiata per fornire tutto ciò di cui sia gli appassionati di Linux sia gli utenti domestici necessitano per utilizzare Linux in modo semplice ed efficace.

Il dvd conterrà  la versione “live” di SUSE Linux 10.0, che non richiede l’installazione sull’hard disk per l’utilizzo del sistema operativo.

[cut]

Un numero da non perdere per tutti coloro che vogliono avvicinarsi alla libertà  offerta dal mondo open source.

Spero davvero che sia un refuso e nel DVD ci sia ANCHE la Live. La presenza della cosidetta EVAL {che ricordo serve a valutare la bonta’ del prodotto e NON ha una scadenza}, infatti, permetterebbe a molti di installare velocemente la distribuzione senza dover scaricare una iso “consistente”. Se ci fosse qualche nuovo utente in cerca di altre info consiglio di dare una prima lettura a:

  • manuali ufficiali, in PDF, in lingua Italiana: http://www.novell.com/it-it/documentation/suse10/index.html
  • pagina generale per la documentazione Italiana SUSE ufficiale: http://www.novell.com/it-it/documentation/suse.html
  • pagina generale per la documentazione a cura della comunita’ internazionale: http://en.opensuse.org/IT-Documentazione
  • how-to sulla gestione delle connessioni wireless con SUSE, in lingua inglese
  • in attesa di una nuova guida, piu’ articolata e speriamo realmente for dummies, fare riferimento alle linee guida illustrate da Simmer.
  • SUSE Enterprise Desktop

    suse logo Buongiorno!

    Nella giornata di ieri la Novell ha annunciato al mondo il rilascio ormai prossimo (si parla di questa estate) della nuova release del loro “Novell Desktop”, il sistema operativo mirato sulle necessita’ professionali e di livello enterprise.

    Questa nuova release includera’ tutte quelle caratteristiche eye-candy, gradevoli all’occhio, di cui si e’ parlato nel web in questi mesi (XGL suona familiare a qualcuno ??? – anche se, a mio avviso, in azienda me ne faccio meno che poco, NdA) e non contenta ne aggiunge delle altre. Sulla pagina creata per darne l’annuncio: http://www.novell.com/products/desktop/preview.html potremo vederne qualche screen shot.

    In questa, e altre, pagine inoltre e’ stato affermato (volevano tranquillizzare qualcuno ?) che usare KDE o Gnome sara’ semplicemente una questione di gusto personale, oppure una policy aziendale … e personalmente sono curioso di vedere cosa scegliaranno di fare i repartiti tecnici delle aziende con forza lavoro notevole in termini di postazioni di lavoro.

    Prima di chiudere vorrei sottolineare altre cosette. Prima di tutto il nuovo centro di controllo visibile in piu’ di uno sht, che a mio avviso e’ elegante, efficace e piacevole da vedere, unendo il meglio di quanto si vede in altri sistemi operativi.

    Possiamo notare come la schermata di gestione dei pacchetti presenti invece, l’ orrida, grigia ed assolutamente fuori contesto grafica solita di YaST, direi che creare un profilo dell’utente root “in linea” con l’aspetto estetico del resto dell’ambiente di lavoro non sia un security issue notevole e che si puo’ realizzare in poco tempo.

    Se ci piacciono i video, e mastichiamo un po’ di inglese, potremo farci portare per mano scaricando e vedendo il video (commentato da Nat Friedman ?) che ci illustra tutte le nuove caratteristiche.

    Constato, infine, una discreta caduta di stile da parte di tale Beineri che riportando la news, poi pubblicata anche su Planet SUSE, fa una riferimento sarcastico verso Kubuntu. O non ho capito io la battuta o lui non e’ stato molto … educato, diciamo :-/

    SUSE 10.1, nuova data di rilascio

    opensuse logo Nella giornata appena conclusa, Andreas Jaeger, uno degli sviluppatori principali di SUSE, in passato coinvolto con il progetto Yoper e attualmente “a capo” del progetto SUPER, nella mailing list opensuse-announce con questa e-mail ha annunciato al resto del mondo la nuova roadmap del rilascio delle nuove versioni di SUSE, con conseguente rinvio dell’ uscita della 10.1 orientativamente verso il 13 di aprile.

    Prima di lasciarvi all’eventuale lettura del messaggio originale volevo sottolineare come sia stato deciso anche da parte di SUSE (dopo Mandriva e Ubuntu) un piccolo rilassamento in quella che io chiamo fobia da rilascio. A poi.

    We have looked at the current status of our beta versions of SUSE Linux 10.1 and determined that we would like to spent more time to strengthen the quality of SUSE Linux 10.1 especially in the area of virtualization (Xen hypervisor) and package management features. We also like to address all blockers. We have therefore revised the schedule for SUSE Linux 10.1 and like to give an outlook beyond 10.1 as well.

    SUSE Linux 10.1 Schedule (revised)
    ==================================

    After this week's beta6, we will go to a bi-weekly schedule and have one more beta:

    Fri, Mar 03 SUSE Linux 10.1 Beta6 - beta release
    Fri, Mar 17 SUSE Linux 10.1 Beta8 - beta release
    Fri, Mar 31 SUSE Linux 10.1 RC1 - release candidate

    RC1 will be followed by several release candidates. We will only put out the FACTORY tree and delta ISOs during the RC phase.

    Note that there's no Beta7. For internal consistency we will just skip that one.

    The final RC will be renamed to Goldmaster and we plan to announce this on thursday, April 13th - and put at the same time the final ISOs online. With the Goldmaster we will create a 10.1 full installation tree as well (a frozen copy of FACTORY).

    SUSE LINUX 10.2
    ===============

    In order to take better advantage of community participation in the SUSE Linux development process, SUSE Linux 10.2 will be created with an extended development cycle. We will add approximately eight weeks to the development cycle, changing it from six months to eight months. This means that you should expect a finished version of 10.2 at the end of 2006 or in the beginning of 2007.

    As you might expect, the first alpha build for 10.2 will be delivered some weeks after we release SUSE Linux 10.1. As before, we intend to publish alpha builds approximately every four weeks.

    Our current plan for these snapshots is:

    Fri, Jun 16 SUSE Linux 10.2 Alpha1 (Jun 15 is a holiday for us)
    Thu, Jul 15 SUSE Linux 10.2 Alpha2
    Thu, Aug 10 SUSE Linux 10.2 Alpha3
    Thu, Sep 7 SUSE Linux 10.2 Alpha4
    Thu, Oct 5 SUSE Linux 10.2 Alpha5
    When the complete schedule is more certain, we will post it here.

    The Codename for SUSE Linux 10.2 will again be a lizard species, we will announce it later,
    Andreas

    openSUSE su Flickr

    ieri sera, spinto dalle prodezze di Fullo [post e screenshot], stavo navigando qua e la su Flickr, i suoi tag ed i suoi gruppi, ad un certo punto, memore del mio post dell’ altro giorno, mi sono messo a cercare le foto con tag SUSE/openSUSE …

    Ebbene, ho solo trovato un piccolo gruppo SUSE, cui mi sono iscritto, ed ho pensato bene di creare e pubblicizzare nella mailing list ufficiale il nuovo gruppo:

      http://www.Flickr.com/groups/opensuse

    Ovviamente ho creato il gruppo come pubblico, dando la possibilita’ a chiunque di aggiungervisi. Spero che possa essere divertente ed interessante per i partecipanti … Vi aspetto, susini !!

    PS = ringrazio orlando per il supporto per l’inserimento del logo

    SUS-it-E'

    Rimango sempre abbastanza colpito da quanto poco alcuni gruppi di utenti si appassionino alla partecipazione della comunita’ Linux cui fanno riferimento.

    Spesso si e’ sempre pronti a scaricare in mille modi possibili l’ultimissima alpha, beta, rc e versione stabile di una distribuzione senza soffermarsi nella valutazione degli scopi e del modus operandi della Comunita’ che rilascia il prodotto, senza capirne i processi decisionali, senza capire le policy di rilascio del software (come titoli e come frequenza di release), criticando insomma con una certa supponenza.

    wiki lanuages

    Si valuta così solo il mero aspetto “commerciale” di una distribuzione GNU/Linux. La mia distro ha X.Org 49.xxx, KDE 3.5.1.45.22.sticazzi e così via. Ma una comunita’ di persone che si raccoglie attorno al Software Libero, mi pare, e’ altro.

    Quando mi interesso ad una distribuzione la prima cosa che faccio e’ sbirciare nelle release notes, dare un occhio a forum/wiki di supporto, eventualmente iscrivermi ad una o piu’ mailing list ad essa relative. Dopo e soltanto dopo passo alla fase di download e installazione della release xy.xy, la stabile … visto che non ho macchine spare su cui giocare, ne tanto meno il tempo o la competenza per il bug hunting. Bugzilla non mi ha mai visto loggato – mea culpa. Cosa posso fare quindi da utonto comune ?

    Posso partecipare con le mie conoscenze (poche, tante, tantissime) nelle chat su IRC, nei forum, nelle liste di discussione (a.k.a. mailing list), tradurre per quanto possibile la documentazione disponibile, scrivere di mio pugno anche delle piccole guide in modo che un altro utente alle prime armi, o che non ha avuto il tempo di approfondire la cosa, possa far tesoro della mia esperienza e adattarla alle proprie necessita’ e, si spera, arricchire il documento originale.

    Tutto questo per dire che, come vedete nella immagine alla mia sinistra, la comunita’ attorno alla SUSE si sta modificando …… rimane sempre legata al mondo Novell ed alle sue strategie di mercato, ma questo e’ normale visto che gli investimenti sono fatti in maniera diretta e gli obiettivi delle acquisizioni e delle direzioni di sviluppo neanche tanto velate, pero’ e’ stato introdotto un fattore COMUNITA’ che puo’, se vuole, se lo desidera e se si impegna nel farlo aprire al mondo per davvero le proprie ricchezze.

    Spagnoli e francesi, oltre ovviamente ai tedeschi, lo stanno facendo con piu’ forza di altri – come vedete nell’immagine che ho allegato – e sono quindi disponibili specifiche sezioni nella rispettive lingue nazionali del wiki ufficiale. Di piu’, esistono delle mailing list specifiche in molte lingue, ma non in Italiano, ho quindi espressamente chiesto nella mailing list ufficiale se potessi aprire io una piccola lista per gli utenti Italiani su Yahoo, Smart Groups o altrove con il loro nome …. mi e’ stato risposto:

    Wouldn’t it be nicer to have an opensuse-it@opensuse.org mailing list?
    I’ll put it on the agenda for the next meeting.

    Attendo quindi gli esiti dell’ incontro prefissato il 7 febbraio sul canale IRC ufficiale di openSUSE per vedere come si evolvono le cose, per intanto invito chi possa essere interessato a restare in ascolto e magari a discuterne seriamente su SuseItalia.org, al momento l’unico gruppo – a me noto – che si sia raccolto attorno a questa distribuzione.

    letture camaleontiche

    suse_unleashed

    Qualche giorno fa i ragazzi di GNUman.com, una comunita’ di utenti che si propone come un repository di conoscenze e news sul mondo Linux, hanno recensito estensivamente – ben 3 pagine – il libro SUSE Linux 10 Unleashed di Michael McCallister ed edito dai tipi SAMS.

    Genericamente, nelle librerie Italiane, ho sempre e solo notato testi dedicati a Red Hat / Fedora mentre per tutto il resto ci si affidava a libri generalisti, o specifici di un programma (penso a Sendmail o Postfix) ciascuno con la sua distribuzione di riferimento in allegato.

    Da quello che si puo’ leggere nella recensione il testo pare suddiviso in due livelli, uno di base o ambientamento, ed uno di approfondimento di tematiche specifiche …. Spero in maniera piu’ esaustiva di quanto si possa leggere nei due manuali standard forniti – da sempre – con la distribuzione e da molti additati come un plusvalore non trascurabile.

    L’ unico difetto parrebbe essere quello di riferirsi alle schermate della precedente release 9.3, che pero’ al momento attuale non si discosta in maniera eccessiva dai vari menu’ di configurazione presenti nella 10.0.

    Visto il prezzo e il mio interesse/affezionamento verso la distribuzione teutonica direi che l’acquisto e’ prossimo … sperando che Amazon accetti il pagamento con PostePay :-/ Devo comunque verificare se il testo e’ gia’ presente nel circuito librario Italiano, possibilmente tradotto, e noto comuque che siamo alle porte della release 10.1 … e’ davvero il caso di legare un testo ad una versione ?


    book info

    Autore: Michael McCallister
    Editore: SAMS Publishing
    ISBN: 0-672-32726-0

    Compra il libro su Amazon: SUSE Linux 10.0 Unleashed

    la proposta alternativa

    …. ed alla fine Nat ha risposto, e mi permetto di riportarvi per intero la sua risposta alla pungolatura di Linus.

    On Mon, 2005-12-12 at 17:46 -0800, Linus Torvalds wrote:
    > I personally just encourage people to switch to KDE.

    Everyone on this list knows the Linux desktop is in a “pick your poison” state right now.

    Anyone who’s used Linux for a year has experienced this, whatever choices they’ve made of desktop environment, settings, etc.

    We can snipe at each other all day long. (Linus, every time I copy large files between devices on my Linux system my mouse pointer skips. It works fine on my Mac). That’s not productive.

    Usability is important. Usability encompasses multiple things: functionality, robustness, performance, sensible user interface design. We all need to do a better job of this (insert usability testing/betterdesktop.org plug here).

    Yes, some GNOME developers are self-appointed control freak antifeature nazis who’ve stripped functionality in pursuit of some theoretical “non geek” user who does not exist, thereby crippling their software.

    And probably some KDE developers are feature sluts who never saw a checkbox they didn’t love, exposing users to all kinds of broken features.

    Follow either of these ideas to their logical extremes and we won’t have a useful desktop for a large user base.

    We need Linux to grow up if we’re going to make Linux on the desktop a success. Let’s have a grown-up discussion. If I worked for Microsoft I’d be very happy to see you throwing pejoratives around like that on this list.

    So, yes, usability is important and Linus being able to bind his mouse buttons to whatever he wants is important, I guess. But it’s probably not what’s stopping Linux from dominating the desktop market. What’s holding Linux back on the desktop? Applications, device support. Time, also. The printing dialog? I don’t know.

    (By the way, on my GNOME machine at home, there is code running that parses the options from the PPD file and makes a GUI out of them. Maybe this ships in SUSE but not in whatever distro Till is using?)

    Nat