iOS ’86

Lo scorso febbraio il designer Anton Repponen pubblicava sul suo sito web un mock-up dal sapore steampunk di come sarebbe apparso agli occhi del mondo un iPhone del 1986.

Solo recentemente queste immagini han cominciato ad apparire su blog, Tumblr, bacheche Pinterest e poi in ciclostile sui maggiori … ehm … siti d’informazione Apple Italiani. Seguite da polemiche su chi le abbia pubblicate per primo (a mia conoscenza sono stati i ragazzi di Bloggokin).

Quello che volevo comunque sottolineare in questo mio post era come l’oggetto sia in ogni caso fottutamente elegante e cool, quasi più che con i milioni di colori oggi a disposizione col dispay retina. Segno che un buon design funziona a prescindere dalla sua ‘resa’ su supporto fisico (il display, in questo caso).

Path 2.1 e il mio contributo

Path

In questi giorni di silenzio “blogghistisco” non sono del tutto fuori dal mondo del web sociale. Tanto per dire dalla release 2.1 (rilasciata ieri all’indomani dell’aggiornamento della piattaforma iOS di Apple) Path comincia a presentare agli utenti Italiani dei testi meno ‘succubi’ di Google Translator grazie al mio modestissimo (qualitativamente) contributo.

Pare, infatti, che sia stato l’unico a scrivere loro e a proporsi di contribuire con la traduzione. A questo punto, sino a che la piattaforma non metterà online uno strumento collaborativo per la traduzione delle stringe, vi invito a segnalarmi le anomalie che riscontrate – se siete utenti della piattaforma – in modo che possa elencarle al responsabile della localizzazione.

Path – piccole delusioni domenicali #2

Prosegue la mini rassegna delle delusioni software ricevute nel week-end.

Path è il protagonista di uno strano bug che porta al mancato avvio dell’applicazione o al crash della stessa allorquando un utente cerca di vedere il suo stesso Path oppure un amico cerca di vedere il mio …

Per provare ad aiutare il team di sviluppo dell’applicazione è necessario allegare nel seguente form i dati che andremo ad illustrare ora.

Se si utilizza un device Apple iOS, sei pregato di includere le seguenti informazioni:

  • La versione di iOS attualmente installata sul proprio iDevice (questa informazione si ottiene seguendo il percorso Impostazioni > Generali > Info > )
  • Recuperiamo i crash report, seguendo questi semplici passi:
    • avviamo iTunes connettendo il dispositivo al nostro computer;
      1. Se hai un Mac i crash log si trovano in ~/Library/Logs/CrashReporter/MobileDevice/
      2. se hai un computer Windows i log possono essere in posti diversi a seconda del sistema in uso:
      3. – su Windows XP: < drive >:\Documents and Settings\\Application Data\Apple Computer\Logs\CrashReporter\MobileDevice\
        – su Windows Vista / Windows 7: < drive >\Users\\AppData\Roaming\Apple Computer\Logs\CrashReporter\MobileDevice\

  • adesso facciamo uno zip che includa *tutti* i crash report che hanno “Path” nel loro titolo.

~~~

In caso tu abbia un dispositivo Android, invece, i passi da seguire sono questi:

  1. Installa CatLog sul tuo dispositivo: https://market.android.com/details?id=com.nolanlawson.logcat
  2. Lancia l’applicazione, o esegui le operazioni che la portano al crash. Apri subito CatLog.
  3. Selezionamo il tasto Menu e quindi Save. Ancora Menu Button > Send > As Attachment.
  4. Inviamo per email l’attachment ottenuto a service AT path DOT com
  5. Assicuriamoci di ripristinare CatLog dopo aver inviato il log riavviandolo e premento i tasti Menu > Play Main Log.

La presente è dunque una traduzione di quanto illustrato in questa pagina: What do I do if my Path app is crashing?

Waze – piccole delusioni domenicali …

Primo post (di un piccolo ciclo) con l’esternazione alcune recenti, piccole, delusioni in campo software.

Protagonista di oggi è Waze, un’app sociale per cellulari che offre la navigazione turn-by-turn basata sulle condizioni della strada, disponible gratuitamente sulle principali piattaforme di sistemi operativi mobile. Ed, a mio avviso, tra le migliori.

Purtroppo però in occasione dell’ultimo viaggio di una certa entità svolto (un Bari / Cesena), per la prima volta ha mostrato il fianco con un grave pecca. La distanza massima calcolabile per un percorso da A a B.

Waze distance error

Purtroppo per godere dell’ottima segnaletica interna in merito a tutor e limiti di velocità, ho dovuto spezzare virtualmente il viaggio in due tranches. Speriamo a breve in un aggiramento di questo problemino …

su iPhone Magazine di novembre (22)

Da un paio di giorni è in edicola il 22° numero della rivista iPhone Magazine (di Play Media Company editore) che mi vede per la prima volta partecipe in veste di autore dell’articolo/speciale “Facciamo il pieno con l’iPhone”.

L’esperienza, resa possibile grazie a Nicola D’Agostino, è stata per me molto istruttiva sotto diversi punti di vista. Spero di ripetere l’esperienza in futuro memore di quanto appreso nella stesura di questo speciale.

Tra gli autori segnalo anche Barbara Ripepi, come Nicola autrice e collaboratrice di diverse importanti realtà  editoriali Italiane.

iPhone4S / Canon 5D MKII a confronto

Spulciando velocemente i feed stamattina mi sono imbattuto in questo video confronto tra le riprese possibili con il nuovo iPhone 4S e una Canon 5D MKII (dal costo doppio considerando anche solo il corpo macchina).

L’autore si è impegnato a mantenere lo stesso angolo di visione, i tempi di ripresa e a rendere disponibile la versione in HD del filmato in modo che ciascuno possa trarre le proprie conclusioni.
Bravo no ?

TravelBudget

P840 P842

La pratica del self-tracking mi appartiene da molti, moltissimi anni. Da ben prima che i dispositivi mobili entrassero nelle nostre tasche. Quando poi smartphone (HP iPaq e Nokia N80) prima e iPhone poi sono arrivati nel mio ‘zainetto tecnologico’, questa pratica s’è andata accentuando.

TravelBudget è un’applicazione per iOS avuta in regalo un annetto fa grazie ad un redeem-code del suo sviluppatore sul sito di Melamorsicata.it. Lo scorso anno l’ho utilizzato – con scarsa diligenza, però – già per monitorare la vacanza a Barcellona, quest’anno ci riprovo – spero più proficuamente – con questa a Berlino. E magari ne esce fuori un’articolo/recensione!

Tu usi questo tipo di app? Quale/i???