Permalink

Non siamo un Paese tecnologico

Tiragraffi graffiante e acuto magazine multimediale – che si occupa di arte, design, web, marketing, cultura digitale e nuovi media – da sempre pone particolare enfasi sulle storture del mondo del lavoro della grafica tra creativi e clienti. Tra le segnalazioni che di recente mi hanno colpito ci sono il progetto Horrible Emails From Clients That Designers “Love” To Read

o anche “Fammi quel logo più grande”, un poster che riporta i peggiori commenti ricevuti dai clienti.

Poi c’è il meraviglioso Amo il Web, non ricambiato … pieno di episodi di vita reale, che mi provocano risate e crampi e lacrimoni. Questi ultimi spesso non di gioia. Un esempio? Perle come questa

Funzionario di Pubblica Amministrazione: Ci invii la scansione…

Io: Va bene…

Funzionario: Mi raccomando, deve essere in formato excel…

Io: Come scusi?

Funzionario: La scansione ce la deve inviare in formato excel!

Io: In che senso? La scansione posso inviargliela come immagine in formato…

Funzionario: Excel. In formato excel.

Abbiamo poi Teknosauri, stiscia fumettistica che fonde le tematiche più “alte” proposte da Tiragraffi con le “mondane” proposte da Amo il Web…

E infine Dilbert. Come farei senza Dilbert ?

Se la giornata è stata dura visitate questi siti. Vi strapperanno un sorriso e daranno coraggio nel non farvi sentire soli in questa battaglia contro i mulini a vento…

Permalink

Consigli per gli acquisti

Ho impiegato quasi quattro mesi di tempo per acquistare delle componenti elettroniche negli Stati Uniti per il mirabolante importo di US$ 946.18. La burocrazia sugli approvvigionamenti si complica ogni giorno ed è diventata surreale. Quando poi l’interlocutore è straniero le cose si fanno anche ridicole. Non è cosa per niente semplice chiedere agli Americani di compilare il modulo per la “traceability of financial flows” e di indicare un “dedicated bank account” per adempiere agli obblighi dello “Special Plan against the Mafia”. Ho scritto la seguente storiella per cercare di porre l’attenzione sull’argomento, nella speranza di un tempestivo aggiustamento di rotta.

 

Nicola Casagli, ROARS.it

Domenica scorsa ti avevo accennato di aver trovato una lettura lunga ed interessante, ed a tratti deprimente. Come promesso oggi ne pubblico il link ed un breve estratto …

Leggilo. Realizza quanto tutto ciò non sia altro che un Paese che ha perso il lume della ragione. Che le complicazioni e le vessazioni presenti sono replicate in misura pari (o inferiore) in altri mille contesti e situazioni. E noi cosa facciamo? Nulla, non reagiamo come Popolo…

Dacché io ricordi, l’avere un Ministero per la Semplificazione ha prodotto solo norme peggiorative.

Come possiamo essere competitivi con il resto del mondo se ci portiamo dietro 2 tonnellate di zavorra?

Permalink

Scusate se esisto!

Scusate-se-esisto-locandina

Sabato sera, complice uno stato di salute non eccelso ed un ritorno dei climi autunnali, siamo rimasti a casa a vederci un film tramite la nostra TV. La scelta è caduta su questa commedia italiana con la beniamina Paola Cortellesi, che torna a filmare con Raul Bova. Il film è bello e merita.

Segue un mezzo spoiler…
Continua a Leggere →

Permalink

Ho trovato un post lungo, interessante ed esemplificativo della situazione governativa in cui ci troviamo. Del paradosso tra azioni e parole. Ma è domenica, e bisogna santificare le feste. Domani lunedì, e già sarà dura… Facciamo che ne parlo martedì!

Permalink

Le letture che ti consiglio oggi sono tutte delle piccole perle. Da leggere, assimilare e rielaborare nel proprio vissuto quotidiano.

Buona lettura!

Permalink

Breve assenza delle segnalazioni di letture interessanti… rimedio oggi con:

a cui aggiungo un articolo in italiano (di cui consiglio anche i link citati all’interno):